Corso PHP: 1. INTRODUZIONE

PHP 5.3Le prime domande che ci si pone quando si affronta lo studio di un nuovo strumento sono: che cos’è, perché usarlo e quali caratteristiche ha rispetto ad altri strumenti e solo successivamente, se riteniamo che sia la scelta giusta si entrerà nei dettagli dello strumento.

Per introdurre quindi il corso PHP, quindi ci sembra doveroso iniziare col rispondere a queste domande.

Che cosa è PHP?
PHP è definibile come un linguaggio di programmazione utilizzato per lo sviluppo di siti ed applicazioni web.
Fu sviluppato nel lontano 1995 da tal Rasmus Lerdorf che scrisse uno script in Perl/CGI per contare i visitatori di una pagina e lo chiamò Personal Home Page, da cui l’acronimo PHP. L’enorme successo lo spinse a sviluppare il linguaggio che due anni dopo, abbandonata la descrizione di Personal Home Page, fu definito come acronimo di Hypertext Preprocessor.


Perché usare PHP?
Abbiamo imparato a costruire pagine web usando HTML, ma abbiamo anche imparato che col solo utilizzo di HTML possiamo solo costruire pagine statiche. Se c’è, come normalmente c’è, necessità di interazione con l’utente, allora l’HTML non basta più. In questo caso è d’obbligo utilizzare un altro linguaggio. Per inserire un form per la registrazione di un utente, per utilizzare dati memorizzati in un database e molto altro occorre un linguaggio come PHP.

Quali sono le caratteristiche specifiche che ci spingono ad usare PHP anziché un altro linguaggio?
Chiariamo subito la principale discriminante tra due gruppi di linguaggi. PHP, come Phyton, ASP ecc. è un linguaggio server side,  mentre javascript per esempio è client side. La differenza è fondamentale e va sempre tenuta a mente. Server side significa che è un linguaggio che funziona sul server e che quindi ha bisogno di una chiamata dal browser al server e che restituirà una risposta al browser stesso. Client side funziona lato client cioè direttamente a livello browser senza effettuare chiamate al server. E’ quindi chiaro che, per esempio, se dobbiamo leggere dati da un database, che naturalmente si trova sul server, non è possibile usare javascript.
Perché PHP e non un altro linguaggio server side? Questa è una scelta personale, ma va tenuto presente che PHP è di gran lunga il linguaggio più usato e di conseguenza più supportato dai servizi di hosting.

Come sintesi di questa introduzione potremo dire che un sito web interattivo oppure un’applicazione web vedranno l’impiego contemporaneo di HTML, PHP e Javascript (particolarmente di librerie come jQuery o Prototype) e l’utilizzo di un DBMS (database) come MySQL che sarà parte integrante di questo corso.
L’utilizzo di PHP, MySQL, jQuery, così come altri prodotti non è soggetto al pagamento di licenze essendo prodotti open-source.


Il PHP è al momento in cui scriviamo arrivato alla versione 5.5.8 rilasciata il 9 Gennaio 2014 e può essere scaricata da qui.

Una volta chiarito, pur con la necessaria sintesi, quando e perché usare il PHP, prima di addentrarci nella descrizione del linguaggio è indispensabile sottolineare un punto essenziale: il PHP non è direttamente interpretato dal browser, essendo un linguaggio lato server, è quindi necessario avere un server per provare ciò che stiamo facendo. Per chiarire il concetto in poche parole possiamo dire che ricevuta una richiesta dall’utente la pagina PHP la elabora e restituisce al browser dell’utente una pagina in puro HTML, interpretabile quindi dal browser stesso.

Ma la necessità di un server non deve spaventarvi. Altri prodotti open-source e di semplicissimo utilizzo ci verranno in aiuto così che potremo scrivere e provare le nostre pagine tranquillamente sul nostro PC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *