Il menu START di Windows 10 non funziona? Ecco cosa fare.

E’ capitato a tanti ed è capitato anche a me. Diciamo subito che non è colpa vostra, di qualche manovra sbagliata o di qualche programma malevolo. E’ un bug di Windows che Microsoft non ha ancora risolto o per lo meno non viene risolto dagli aggiornamenti al momento forniti.

Così capita che improvvisamente ci siano alune cose che non funzionano più:
1) Il menu Start non si apre. Il bottone Start non funziona ne cliccando col tasto sinistro né col tasto destro.
2) Cliccando col tasto destro in basso a sinistra sulla barra delle applicazioni non succede nulla.
3) Cliccando col tasto destro sulle icone ancorate nella barra delle applicazioni il menu contestuale non si apre.
4) Anche l’icona delle notifiche in basso a destra sulla barra delle applicazioni non funziona. Anche se ci sono notifiche da mostrare la finestra non si apre.

Se il menu Start di Windows 10 soffre di almeno uno di questi bugs, allora potete provare a risolverlo con il suggerimento che segue.
Ricordate che quanto segue va eseguito con i diritti di amministratore.

Dovete aprire una finestra dei Prompt dei Comandi. Può essere fatto col menu contestuale cliccando col tasto destro in uno spazio vuoto del vostro file manager (explorer o altro). In alternativa basta lanciare l’applicazione cmd.exe direttamente dalla cartella di windows C:\Windows\System32\
Nella finestra dei Prompt dei Comandi digitate PowerShell 

Prompt dei Comandi
Prompt dei Comandi

 

Quindi al prompt dei comandi copiate e incollate il comando seguente:

Get-AppXPackage -AllUsers | Foreach {Add-AppXPackage -DisableDevelopmentMode -Register “$($_.InstallLocation)\AppXManifest.xml”}
Non vi preoccupate di quello che appare nella finestra e, alla fine di questa elaborazione, il problema dovrebbe essere risolto.
In teoria occorre un reboot, ma probabilmente il problema risulterà risolto anche senza.
Un numero esiguo di persona riporta che la procedura non ha avuto effetto per loro e hanno invece trovato una soluzione utilizzando l’utility ‘Tweaking’.
Potete tenere questo tentativo come alternativa in caso di fallimento, perché l’utilizzo di Tweaking ha come controindicazione la perdita di molte delle personalizzazioni che potete aver apportato alla vostra installazione di Windows.

In definitiva è consigliabile in modo particolare per chi utilizza Windows 10 con tutte le impostazioni di default.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *