Tag: Corso PHP

Corso PHP: 7. Inviare output al browser

Prima di parlare delle istruzioni che consentono di inviare informazioni al browser completiamo l’argomento degli operatori illustrando le regole di priorità degli operatori.

Precedenza degli operatori

La precedenza di un operatore ci dice come venga trattata la priorità in presenza di più operatori in un’ espressione complessa. Per esempio, nell’espressione 2 + 3 * 3, il risultato sarà 11 e non 15 perché l’operatore di moltiplicazione (l’asterisco) ha la priorità rispetto all’operatore di addizione esattamente come in matematica e quindi verrà eseguita prima la moltiplicazione (3 * 3) e poi sommato 2 al risultato. Vanno le parentesi per effettuare operazioni con priorità diversa da quella delle regole di precedenza mostrate nella tabella sottostante. Nell’esempio precedente, se avessimo voluto eseguire prima l’addizione e poi moltiplicare per 3 il risultato avremmo dovuto scrivere: (2 + 3) * 3; in questo caso il risultato sarebbe quindi 15.
Continua a leggere…

Corso PHP: 5 – 6. Costanti e Operatori

5. Costanti

Le costanti sono utilizzate per memorizzare valori, parimenti alle variabili, ma a differenza di queste ultime, come dice il nome, il valore non sarà modificabile.

Anche dal punto di vista sintattico ci sono delle differenze:

  • il nome delle costanti non è preceduto dal segno $;
  • il nome delle costanti è normalmente scritto in lettere maiuscole (anche se non è obbligatorio)
  • una costante si definisce col costrutto define (‘NOME’, valore)

Continua a leggere…

Corso PHP: 4. Variabili e tipi di dati

Prima di affrontare l’analisi della sintassi e dell’uso dei comandi del PHP, introduciamo il concetto di ‘Variabili’.

Le variabili sono contenitori usati per memorizzare valori.
Le variabili si impostano con l’operatore = (esempio $variabile=”valore”).

Il tipo di questi valori può essere:

  • boolean
  • integer
  • float (numero floating-point)
  • string
  • array
  • object
  • resource
  • NULL

Indipendentemente dal tipo di variabile vi sono alcune regole sintattiche che devono essere rispettate per definire una variabile in PHP:

  • Il nome di una variabile deve sempre essere preceduto dal segno $ (esempio $nome)
  • Nel nome della variabile sono consentite tutte le lettere (a..z, A..Z) e le cifre (0..9) più il segno di underscore (_)
  • Il primo carattere dopo il segno $ deve essere una lettera oppure _ (non può essere una cifra)
    Esempi validi: $_mia_variabile1, $var_2, $MiaVariabile ecc.
  • In PHP i nomi di variabili sono case sensitive che significa che le due variabili $miavariabile e $MiaVariabile sono considerate due variabili differenti

Continua a leggere…

Corso PHP: 3. Una pagina PHP: generalità

Come detto PHP è un vero e proprio linguaggio di programmazione che viene eseguito su un server e restituisce pagine in puro HTML al browser. Questo non significa però che il PHP sia un linguaggio avulso dall’ambiente HTML che abbiamo imparato ad utilizzare, oppure alternativo ad esso. Esattamente il contrario. Un’istruzione PHP potrà essere inserita all’interno di una pagina HTML nel punto in cui ci servirà eseguire un’operazione di tipo dinamico. Questo avverrà, per esempio,  sicuramente tutte le volte che l’operazione che dobbiamo eseguire dipende dalla scelta del nostro utente, ma questa non è una condizione necessaria.
Continua a leggere…

Corso PHP: 1. INTRODUZIONE

PHP 5.3Le prime domande che ci si pone quando si affronta lo studio di un nuovo strumento sono: che cos’è, perché usarlo e quali caratteristiche ha rispetto ad altri strumenti e solo successivamente, se riteniamo che sia la scelta giusta si entrerà nei dettagli dello strumento.

Per introdurre quindi il corso PHP, quindi ci sembra doveroso iniziare col rispondere a queste domande.

Che cosa è PHP?
PHP è definibile come un linguaggio di programmazione utilizzato per lo sviluppo di siti ed applicazioni web.
Fu sviluppato nel lontano 1995 da tal Rasmus Lerdorf che scrisse uno script in Perl/CGI per contare i visitatori di una pagina e lo chiamò Personal Home Page, da cui l’acronimo PHP. L’enorme successo lo spinse a sviluppare il linguaggio che due anni dopo, abbandonata la descrizione di Personal Home Page, fu definito come acronimo di Hypertext Preprocessor.

Continua a leggere…