Tag: tips

Come incorporare un video YouTube sul vostro sito

Abbiamo già detto in altre occasioni come i contenuti multimediali, immagini e video, stiano sempre più assumendo importanza, non soltanto per rendere più gradevole, e quindi fruibile, un sito web, ma anche ai fini del miglioramento del posizionamento nei motori di ricerca.

Per inserire un video in una pagina web si può operare in modi differenti a seconda che il video sia sul server che vi ospita o no. Vogliamo qui mostrare come includere in una vostra pagina un video su YouTube. Niente di più semplice. Lo facciamo con esempio pratico.

Accedete a Youtube e trovate il video che volete riportare sul vostro sito. Sotto al video, a destra di ‘Mi piace’,  ci sono tre voci di menu. Cliccate su ‘Condividi‘. (Vedi figura).
Continua a leggere…

Cambiare il motore di ricerca di Chrome a Google.com

Come immagino tutti gli utenti di Chrome sappiano, quando si esegue una ricerca su Google dalla omnibox di Chrome, Google automaticamente usa google.tld (il top level domain della nazione dove vi trovate) anziché google.com; ad esempio per noi italiani usa google.it.
Ma c’è un modo per cambiare il dominio Google utilizzato da Omnibox di Chrome da google.it, o qualsiasi altro dominio locale di Google, a google.com.

E’ probabile che molti si chiedano perché mai uno docrebbe essere interessato alla ricerca su google.com anziché sul più specifico google.it.
La risposta non è semplice in quanto può dipendere da ciò che si cerca, ma una cosa è assolutamente certa: se cercate una parola su entrambi i domini otterrete SERP diverse. Magari cercate di vedere come è posizionato il vostro sito e potreste scoprire che su google.com è molto meglio posizionato che in google.it, anche se cercate una parola italiane ed il sito è in italiano. A cosa sia dovuta questa differenza e di conseguenza cosa è meglio usare per voi, a seconda del tipo di ricerche più frequenti che fate, è ovviamente discorso soggettivo e non può avere risposta univoca. In un prossimo articolo, magari affronteremo questo argomento in dettaglio.
Continua a leggere…

12 cose da cui stare alla larga nel vostro blog

Postit

I blog sono ottimi strumenti di marketing per la vostra immagine aziendale o professionale e sono piattaforme efficaci per la condivisione e la discussione delle più svariate tematiche, scientifiche, politiche, sociali, letterarie, artistiche ecc.

Ma non sono, tuttavia, completamente privi di rischi se decideste di includere informazioni sensibili.

Ci sono alcune cose che vanno considerate attentamente prima di aggiungerle al vostro blog, nell’interesse della vostra sicurezza, reputazione professionale ed anonimato, nonché della leggibilità del blog stesso.

Proviamo a fornire qualche consiglio o se preferite qualche elemento di riflessione su ciò che è bene evitare di includere nel vostro blog.

  • Materiale protetto da copyright. C’è una vera guerra in corso per quanto riguarda la proprietà intellettuale nella nuova frontiera che è Internet. Meglio tenersi ben distante da queste battaglie; evitate di condividere materiale o link per il download di materiale di cui non si possiedano i diritti. 
    Continua a leggere…

Come ottenere immagini gratuite per il vostro sito

Immagini
Gli ultimi aggiornamenti del motore di ricerca di Google hanno reso molto chiaro che meno immagini si inseriscono su un sito web, più diventa probabile che Google ignorerà o penalizzerà il sito. E’ ormai abbastanza evidente che, a meno che il vostro sito abbia almeno un’immagine pertinente e di alta qualità su ciascuna pagina, la vostra SEO (Search Engine Optimization) ne risentirà ed anche velocemente.

Detto così sembra abbastanza oscuro il motivo, mentre d’altro canto può sembrare assai facile ovviare al problema. Tuttavia prima di iniziare a sovraccaricare le pagine web con immagini irrilevanti, è meglio analizzare in dettaglio cosa possa influenzare positivamente la SEO e cosa la possa al contrario penalizzare.

Ma perché Google ha adottato questa scelta sulle immagini? Facciamo innanzitutto una considerazione generale: il mondo di oggi è molto diverso da quello di una volta. Guardate i quotidiani; non sono più colonne di testo e basta come una volta. Oggi, le immagini sono alla base della comunicazione. E’ così per l’editoria ed a maggior ragione lo è per la comunicazione on-line dove l’accostamento di testo e immagini è il mezzo che consente di relazionarsi con maggiore immediatezza a ciò che vediamo sullo schermo.

 
Continua a leggere…

Il Google PageRank

google-pagerank
Se siete proprietario di un sito web e state cercando di incrementare il vostro traffico per mezzo dei motori di ricerca, allora probabilmente avete sentito il termine “Google Pagerank”.
Ma che cosa è il Pagerank ed in quale modo il web pagerank condiziona il posizionamento nei motori di ricerca? Vediamo di fornire qualche informazione a proposito di un argomento spesso un po’ confuso.

1) Che cosa è il PageRank di Google?

Google ha sviluppato il sistema “pagerank” diversi anni fa allo scopo di valutare il grado di importanza di una pagina web. Più alto è il PageRank, più importante Google pensa che sia la pagina web. Google utilizza questo indicatore come una parte del suo algoritmo di ranking.

Continua a leggere…

Una pagina personalizzata in WordPress

Se si pensa di aprire un blog, la scelta di usare WordPress è evidentemente consigliabile. In teoria, a parte il tempo speso per trovare il template che ci soddisfa maggiormente oppure i plugin necessari per il nostro blog, si può dire che si può andare on-line in un’ora se non meno, pur considerando tutto il setup.
Può capitare però che il nostro blog non sia una mera pubblicazione di articoli, ma che si voglia anche inserire del contenuto dinamico in una pagina php, magari per pubblicare dati organizzati in un database.
Vediamo dunque come inserire una pagina personalizzata in WordPress che mantenga il layout scelto per il blog, ma che possa essere interamente costruita ad hoc.

Continua a leggere…

Pensare come uno “spider” per realizzare un sito web di successo

Per raggiungere un buon successo col vostro sito web c’è bisogno di qualcosa di più che la funzionalità e l’aspetto accattivante. Si tratta di un business complicato e i webmaster sono perennemente in lotta per cercare di ottenere i migliori posizionamenti nei motori di ricerca.
Il segreto sta nel “piacere” agli spiders dei motori di ricerca e quindi è necessario conoscere in dettaglio come funziona uno spider prima di costruire un sito.

• Gli spiders leggono il testo e non possono valutare immagini, colori o grafica. Così, una pagina dal design piacevole con poco o nessun contenuto riceverà una bassa valutazione. A meno che, si includa in formato testo l’eventuale contenuto delle immagini grafiche; inoltre fate incicizzare solamente le principali pagine di contenuto e non le pagine con solo grafica; infine è bene includere le descrizioni di tutte le immagini per mezzo del tag ‘alt‘ ed usare le parole chiavi che fanno riferimento a quelle immagini.
Continua a leggere…