Trasferire un blog Wordpress su un server locale

    Anche se il vostro blog Wordpress è stato sviluppato in locale inizialmente, è assai probabile che una volta entrato in produzione la copia locale sia stata rimossa o sia ormai obsoleta rispetto a quella in linea. Capita tuttavia che si vogliano apportare modifiche sostanziali al proprio blog, come ad esempio un cambio di tema che di per sé è operazione elementare, ma che spesso risulta tuttavia assai complessa se la vostra installazione ha subito personalizzazioni oppure se il nuovo tema non supporta alcune delle features che voi avete implementato col precedente. Per tutti i casi in cui si rende necessario un intervento delicato, meritevole di essere testato prima di essere messo in produzione si pone il problema di ricostituire un’ installazione Wordpress in locale perfettamente uguale a quella on line. I sistemi da usare sono Xampp per Windows o Mamp per Mac o Lamp per linux.

I passi da seguire son i seguenti:
  1. Backup dell’installazione Wordpress. Copiate l’intera directory dell’installazione dal vostro server sul vostro PC a mezzo FTP o con la funzione di copia di sicurezza del vostro pannello di controllo. Se la vostra installazione è stata fatta in una cartella tipo “/Wordpress” scaricate quella cartella con tutte le sue sottocartelle, se è stata fatta nella root del vostro sito (normalmente  public_html) scaricate il contenuto di questa cartella e le sottocartelle.
  2. Fate una copia del vostro database. Usando PhpMyAdmin in cPanel, scegliete il database di   Wodrpress se ne avete più di uno (magari se gestite più domini nello stesso spazio) e selezionate la funzione “Esporta”, click su “Esegui” e salvate sul vostro PC un file .sql.
  3. Create un nuovo database su Xampp, meglio se con lo stesso nome di quello originale sul server così come è bene usare stessi ID e password, altrimenti si dovrà poi intervenire sul file wp-config.php.
  4. Trasferire tutti i file dell’installazione Wordpress salvati come al punto 1 su Xampp. Per mantenere un’installazione di xampp più pulita e permettere di utilizzarlo per più siti test, consigliamo di installare  in una sottodirectory, ad es. in xampp\htdocs\wordpress.
  5. Editare il file wp-config.php solo se il nome del database, l’ID o la password dell’amministratore sono stati cambiati.
  6. Editare la tabella del DB chiamata wp_options. I campi da aggiornare sono: - siteurl: va aggiornato in http://localhost/wordpress se avete copiato i files nella cartella  ‘wordpress’ - home: va aggiornato anche lui in http://localhost/wordpress se avete copiato i files nella cartella  ‘wordpress’ - Ci potrebbero poi essere altri campi che contengono URL relativi al vostro dominio soprattutto se avete installato plugins. In questo caso il riferimento al vostro dominio http://miodominio.com/ va cambiato in http://localhost/wordpress.
A questo punto il vostro blog dovrebbe funzionare in locale richiamandolo col browser all’indirizzo: http:/localhost/wordpress sempre che abbiato installato in quella directory come nel nostro esempio.

Commenti

(Occorre fare login per commentare - Se non sei registrato puoi farlo cliccando su "accedi")

10-09-2012 13:09:06
ha si u nummeru 1 :lol:
Franco
05-08-2012 15:31:06
Dovresti controllare il tuo php.ini Cerca post_max_size ed impostalo ad un valore alto es: post_max_size = 256M Poi riprova
Giorgio Mazzolini
02-08-2012 21:21:50
Scusa sono alle prime armi ma seguendo i tuoi esempi mi travo un problema e cioè: vorrei importare il sito da remoto a locale ma quando su PHPMyadmin clicco su importa mi dice che il file che posso importare deve essere massimo 8Kb per cui potrei importare un file per volta e di dimensioni inferiori, o forse non ho capito bene come fare?